Pubblicato il 02/11/20

Riscaldamento globale, cambiamenti climatici e salute mentale. Attenzione ai giovani!

I cambiamenti climatici rappresentano un serio rischio per la salute dell’umanità. Oltre a malattie direttamente legate all’inquinamento ed al riscaldamento globale ve ne sono altre che vi si rapportano in maniera meno diretta ma non per questo trascurabile. Alcune di queste riguardano la salute mentale. (vt)
La concentrazione globale di anidride carbonica nell’atmosfera è la maggiore degli ultimi 3 milioni di anni e la temperatura è la più alta mai registrata. Tutto ciò danneggia la salute dell’umanità per cause dirette e indirette. Le prime sono legate al danno organico da inquinamento o ai disastri naturali causate dalle modifiche del clima (uragani, ondate di caldo, incendi e inondazioni). Le cause indirette sono generalmente legate alla povertà secondaria al riscaldamento globale che contribuisce sia a peggiorare le performance dei sistemi sanitari nazionali sia ad innescare instabilità politica e focolai di guerre (uno studio, https://www.nature.com/articles/s41586-019-1300-6, predice che potremmo osservare nel futuro un incremento di circa il 25% delle guerre a causa del riscaldamento globale e la carenza di acqua). Tra i danni indiretti causati dai cambiamenti climatici ci sono quelli che interessano la salute mentale, con incremento di ansia (ormai ben nota e definita in Inglese come “eco-anxiety” oppure “climate anxiety”), stress post-traumatico e addirittura depressione.

Leggi l'intero articolo »

Autore/i

  • Vincenzo Trischitta
     
     

    Vincenzo Trischitta insegna Endocrinologia all’Università Sapienza di Roma e dirige un gruppo di ricerca sulla genetica e l’epidemiologia del diabete e delle sue complicanze cardiovascolari presso l’Istituto Scientifico Casa Sollievo della Sofferenza tra Roma e San Giovanni Rotondo. E’ tra i fondatori, nel 2019, del Patto Trasversale per la Scienza. Attribuisce agli scienziati il dovere della divulgazione e della informazione per una società più consapevole e più libera.

Letture consigliate

IL GREEN PASS E' LIBERTICIDA? UNA DIFESA LIBERALE DEL CERTIFICATO VACCINALE

La proposta del green pass è legittima e pienamente difendibile anche da una prospettiva liberale. Cioè non soltanto appellandosi a un superiore interesse collettivo, ma facendo riferimento alla libertà individuale

Da leggere

Covid-19 La catastrofe di Richard Horton – Il Pensiero Scientifico Editore

Richard Horton, storico Editor capo di Lancet, fa un'analisi spietata di come il Regno Unito ma anche gli altri paesi d'Europa (per non parlare di gran parte del resto del mondo) fossero del tutto impreparati ad una pandemia più volte annunciata. Scritto subito dopo la prima ondata, il libro ha come sottotitolo "come evitare che si ripeta" ed i fatti degli ultimi due mesi dimostrano che non è stato letto abbastanza. Da leggere



© 2021 - www.fivehundredwords.it - Credits
Le immagini a corredo degli articoli riprodotti su www.fivehundredwords.it provengono da ricerche effettuate su Google Image