E' nato il Patto Trasversale per la Scienza!

Lo scorso 5 giugno in un’aula gremita dell’Università di Milano davanti ai ventuno soci fondatori, ai rappresentanti di diversi partiti politici e a cittadini interessati, si è ufficialmente costituita l’associazione Patto Trasversale per la Scienza (PTS). Il PTS nasce per difendere la scienza e il metodo scientifico con un appello, rivolto a tutte le forze politiche, qui di seguito riportato:

Rivolgiamo un appello a tutte le forze politiche italiane, affinché sottoscrivano il seguente Patto Trasversale per la Scienza e s’impegnino formalmente a rispettarlo, nel riconoscimento che il progresso della Scienza è un valore universale dell’umanità, che non può essere negato o distorto per fini politici o elettorali.

(i) Tutte le forze politiche italiane si impegnano a sostenere la Scienza come valore universale di progresso dell’umanità che non ha alcun “colore politico”, e che ha lo scopo di aumentare la conoscenza umana e migliorare la qualità di vita dei nostri simili. 
(ii) Nessuna forza politica italiana si presta a sostenere o tollerare in alcun modo forme di pseudoscienza e/o di pseudomedicina che mettono a repentaglio la salute pubblica come il negazionismo dell’AIDS, l’anti-vaccinismo, le terapie non basate sulle prove scientifiche, ecc.
(iii) Tutte le forze politiche italiane si impegnano a governare e legiferare in modo tale da fermare l’operato di quegli pseudoscienziati che con affermazioni non-dimostrate ed allarmiste creano paure ingiustificate tra la popolazione nei confronti di presidi terapeutici validati dall’evidenza scientifica e medica.
(iv)Tutte le forze politiche italiane si impegnano ad implementare programmi capillari di informazione sulla Scienza per la popolazione, a partire dalla scuola dell’obbligo, e coinvolgendo media, divulgatori, comunicatori, ed ogni categoria di professionisti della ricerca e della sanità.
(v)Tutte le forze politiche italiane si impegnano affinché si assicurino alla Scienza adeguati finanziamenti pubblici, a partire da un immediato raddoppio dei fondi ministeriali per la ricerca biomedica di base.

Per l’appello hanno già firmato su https://www.pattoperlascienza.it/2019/01/14/patto-trasversale-per-la-scienza/ quasi 6000 persone e in questi pochi giorni di giugno successivi alla sua costituzione più di 150 si sono iscritti all’associazione su https://www.pattoperlascienza.it/diventa-socio/. Essere socio dà il diritto di prendere parte alle decisioni dell'Associazione sulle azioni da intraprendere (siano esse legali, educative, comunicative, etc.) e come socio ordinario si può anche partecipare ai tavoli di lavoro ai quali ci si può iscrivere su https://www.pattoperlascienza.it/gruppi/?fbclid=IwAR2GIBcZrtk2Hq2hhnJnDPZOrABeHc9QwrYBlCus3rU-XUUIpq1-Whjajyc.

La scienza migliora le nostre vite e rende migliore il Paese in cui viviamo. La scienza è bella e il PTS va quindi sostenuto. (vt)

Autore: Vincenzo Trischitta

Vincenzo Trischitta insegna Endocrinologia all’Università Sapienza di Roma e dirige un gruppo di ricerca sulla genetica del diabete e delle complicanze cardiovascolari presso l’Istituto Scientifico Casa Sollievo della Sofferenza tra Roma e San Giovanni Rotondo.

Attribuisce agli scienziati il dovere della divulgazione e della informazione per una società più consapevole e più libera.


Discussioni

comments powered by Disqus

Letture consigliate

Il virus buono
Di Guido Silvestri - Rizzoli (2019)

Si parla di scienza in generale e non solo di virus. E si parla anche della vita di un uomo che, certo, è uno scienziato, ma non solo. E qui e lì compaiono le vite di altri uomini, pazienti, medici, ricercatori. Storie interessanti e ben descritte che hanno riempito piacevolmente buona parte di un lungo viaggio di trasferimento. (vt)

Da leggere

Dottor web & mister truffa: come internet ti ruba salute e soldi
Di Gerardo D'Amico - Amazon (2019)

Le bufale, i ciarlatani, i creduloni e il ruolo del WEB male utilizzato. C’è un mondo incredibile e terribile dentro il libro di un giornalista che ha fatto della lotta alla cattiva scienza biomedica il proprio tratto distintivo. Non le manda a dire il nostro ma lo fa con leggerezza, così come si fanno le cose serie. (vt)

Da leggere



© 2019 - www.fivehundredwords.it - Credits
Le immagini a corredo degli articoli riprodotti su www.fivehundredwords.it provengono da ricerche effettuate su Google Image